1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
 

Contenuto della pagina

ECCO COME IL DIFFONDERSI DELLA CULTURA SALUTISTA E L’IRROMPERE DEL GLOBAL FOOD MODIFICANO LE NOSTRE SCELTE ALIMENTARI

 

La nuova tavola italiana è un quadro a due facce: voglia di esotismo da una parte e tendenza salutista dall’altra; un mosaico di abitudini in cui la dieta mediterranea inizia a non essere più l’unica regola, ma un regime alimentare come gli altri.

Quando andiamo a fare la spesa ci preoccupiamo che i cibi siano compatibili con uno stile di vita sano (34% dei casi), che siano prodotti che rispettano l’ambiente (28%) e che gli ingredienti base siano naturali (23%). Tutto ciò riguarda l’80% delle famiglie.
A questi dati si aggiungono tendenze del momento le quali indicano che il 29,5% mangia etnico più di una volta al mese, il 45,1% più di una volta l’anno, mentre il 75% dichiara di acquistare ogni tanto ingredienti per piatti etnici.

Sopra esposti i dati riportati all’interno del Dossier Food di La Repubblica del 30/11/2017.

A questo punto sorge spontanea la seguente domanda: “Quanti investimenti e adattamento prodotto coinvolgono i produttori alimentari? E quante modifiche devono apportare alle loro “ricette” ed impianti produttivi?”

  1. 28.03.2018mcT Alimentare - Mostra Convegno Tecnologie per l'Industria Alimentare
    mcT Alimentare - Mostra Convegno Tecnologie per l'Industria Alimentare

Resta informato sulle nuove tecnologie e sugli eventi del settore.

Visita il nostro Linkedin

Aggiungi intelligenza agli impianti che sfruttano energie rinnovabili grazie agli SMART Product.

Smart Products

Per richiedere maggiori informazioni sui prodotti/servizi o preventivi scrivi a

technical@aepi.it
 
Torna ad inizio pagina