1. Vai al contenuto della pagina
  2. Vai al Menu Principale
 

Contenuto della pagina

 
Blog IToolS
 
 

IToolS SqlStoreServer driver

 

Pubblicazione - Ottobre 2015

Mediante il driver IToolS SqlStoreServer è possibile pubblicare i valore letti mediante uno tra i tanti protocolli disponibili nel framework IToolS su un database SqlServer. Infatti il driver SqlStoreServer oltre all’utilizzo tradizionale può essere utilizzato come driver di pubblicazione. Con driver di pubblicazione si intende un driver in grado di pubblicare le informazioni contenute nelle variabili utilizzate conun altro protocollo IToolS. Da punto di vista tecnico significa che IToolS da un lato utilizza le variabili per leggere e scrivere informazioni mediante un dato protocollo, ad esempio SIEMENS, dall’altro utilizza le stesse variabili per fornire le stesse informazioni mediante un altro sistema, in questo caso SqlServer, in questo modo è possibile creare un “Real-Time” database contente i valori puntuali letti mediante un qualsiasi protocollo disponibile.

Di seguito un esempio che mostra la configurazione di un driver in pubblicazione mediante SqlServer:

Come si vede da codice riportatosopra gli IOServer utilizzati sono due, uno in simulazione che rappresenta unipotetico accesso ad un dispositivo di campo ed un impostato sul driver Sql dipubblicazione che utilizza una tabella per contenere le informazioni diciascuna variabile.

Tra le variabili avanzate presenti nel driver SqlStoreServer troviamo:

  • ConnectionString: permette di impostare la stringa di connessione per accedere al database manager
  • TableName: permette di impostare il nome della tabella da utilizzare (default: “SqlStore”)
  • SchemaName: permette di impostare il nome dello “schema” da utilizzare (default: “dbo”)
 

IToolS performance counters driver

 

Pubblicazione - Luglio 2015

Mediante il driver IToolS performance counters è possibile configurare una serie di variabili per accedere alle informazioni presenti nei contatori di sistema. Il driver utilizza l’oggetto PerformanceCounter di .NET per ricavare le informazioni, se ad esempio vogliamo leggere la percentuale totale di CPU utilizzata, dobbiamo inserire un categoria, un nome di contatore e il nome dell’istanza a cui accedere:

 
  • CategoryName: “Processor”;
  • CounterName: “% Processor Time”;
  • InstanceName: “_Total”;
 

La variabili IToolS deve essere indirizzata nel seguente modo:

variable.Address = “%Processor Time#_Total”;
variable.Area =“Processor”;
 
Il driver PerformanceCounters contiene una proprietà avanzata con nome “MachineName” che consente di specificare il nome/indirizzo della macchina da cui si vogliono ricavare i contatori, il valore predefinito di questa proprietà è “.” che indica la macchina locale.

 
 
 
 

 

IToolS Simotion driver

 

Pubblicazione - Luglio 2015

IToolS implementa il protocollo di comunicazione Siemens per accedere ai tag simotion D4x5 senza l’aggiunta di alcun software, di seguito sono riportate le specifiche per configurare un driver IToolS al fine di leggere e scrivere Tag Simotion.

Per procedere con la configurazione di un driver IToolS Simotion è necessario avere a disposizione l’assembly IToolS.IO Servers.Siemens.Simotion.exe, questo assembly permette di accedere ai dispositivi Simotion in quanto ne implementa il protocollo ma permette anche di leggere i file .sti, .csv es portati esportati dal Simotion SCOUT e dal Symbol Editor, contenti la lista dei Tag e le relative informazioni di indirizzamento:

 
 

Eseguendo l’assembly IToolS.IOServers.Siemens.Simotion.exeviene visualizzata la seguente finestra:

 
 

Dal menu file click su open eselezionare il file .sti (in genere chiamato OPC_Data.sti) oppure un file .cvs, i Tag contenuti nel file sono visibili all’interno della griglia:

 
 

A questo punto è possibile selezionare i Tag desiderati e dal menu file facendo click su Export è possibile creare automaticamente il file .xml utilizzato dai componenti IToolS per definire le variabili di applicazione.

La procedura descritta sopra è facoltativa ed è solo una facilitazione per vedere i Tag esportati dallo SCOUT e produrre automaticamente il file .xml di configurazione delle variabili IToolS.

Per utilizzare il driver IToolS Simotion e necessario creare un’applicazione e configurare un driver IToolS nel modo classico impostando la proprietà “Name” dell’IOServer al valore“S7Simotion” e inserendo un riferimento di progetto all’assembly IToolS.IOServers.Siemens.Simotion.exe:

 
 

Nell’applicazione di esempio riportata sopra sono evidenti anche le proprietà avanzate disponibili per il driver Simotion tra cui, a parte i parametri LocalTSAP e RemoteTSAP presenti generalmente nei dispositivi Siemens, sono presenti due proprietà aggiuntive:

 
  • ReadVariabilesSettingsFromTagsListfile: questa proprietà permette al driver in fase di partenza di ricavare le informazioni di indirizzamento direttamente dal file .sti o .cvs, in questo modo il driver mediante il nome della Variable IToolS ricava accedendo alla tabella dei Tag presente nel file l’indirizzo reale dal Tag ed in tipo di dato associato. Il vantaggio di questa procedura sta nel non dover preoccuparsi di configurare le proprietà “Address”, “DataBlock” e VariableType delle Variable IToolS in quando è il driver stesso che in fase di partenza accede al file dei Tag e ricava le informazioni necessarie.
  •  
  • TagsListFileName: questa proprietà permette di modificare il nome del file .sti o .csv da caricare il fase di partenza per ricavare le informazioni di indirizzamento delle Variable IToolS, normalmente questa proprietà ha il valore “OPC_Data.sti”, nel caso il file si chiami in altro modo è possibile modificare il valore di questa proprietà.
  •  
  • OdbcDriver: questa proprietà permette di modificare la stringa di connessione del driver ODBC utilizzato per leggere i file .sti.
 
 
 

 

IToolS® & IoT

 

Pubblicazione - Luglio 2015

L'Internet delle cose è vista come una possibile evoluzione dell'uso della Rete. Gli oggetti si rendono riconoscibilie acquisiscono intelligenza grazie al fatto di poter comunicare dati su se stessi e accedere ad informazioni aggregate da parte di altri. Le sveglie suonano prima in caso di traffico, le scarpe da ginnastica trasmettono tempi, velocità e distanza per gareggiare in tempo reale con persone dall'altra partedel globo, i vasetti delle medicine avvisano i familiari se si dimentica diprendere il farmaco. Tutti gli oggetti possono acquisire un ruolo attivo grazie al collegamento alla Rete.

IToolS® si avvicina al mondo dell’IoT implementando il protocollo MQTT, sia per sottoscrizione che per pubblicazione, da http://mqtt.org/ si legge:

“MQTT is a machine-to-machine (M2M)/"Internet of Things" connectivity protocol. It was designed as an extremely light weight publish/subscribe messaging transport. It is useful for connections with remote locations where a small code footprint is required and/or network bandwidth is at a premium. For example, it has been used in sensors communicating to a broker via satellite link, over occasional dial-up connections with healthcare providers, and in a range of home automation and small device scenarios. It is also ideal for mobile applications because of its small size, low power usage, minimised data packets, and efficient distribution of information to one or many receivers”

Mediante I driver IToolS® MQTTPublisher ed MQTTSubscriber è possibile pubblicare dati letti da un qualsiasi dispositivo raggiungibile attraverso un qualsiasi protocollo di campo che IToolS® implementa, vediamo un semplice esempio che mostra come leggere un valore di temperatura da un sensore mediante protocollo Modbus e pubblicarlo su un MQTTServer Broker:

 
 
 

 

IToolS for eMbeDDed

 

Pubblicazione - Marzo 2013

Di seguito è possibile scaricare il documento informativo.

 
 

 

IToolS Client Server

 

Pubblicazione - Agosto 2012

Di seguito è possibile scaricare il documento informativo.

 
 

IToolS basics

 

Pubblicazione - Aprile 2012

Di seguito è possibile scaricare il documento informativo.

 
 

 

IToolS AT commands server

 

Pubblicazione - Novembre 2012

Di seguito è possibile scaricare il documento informativo.

 
 

 

IToolS custom driver types

 

Pubblicazione - Novembre 2012

Di seguito è possibile scaricare il documento informativo.

 
 
 
 
  1. 31.10.2018RECRUITING DAY E WORKSHOP "COMPETENZE PER IL LAVORO 2020"
    RECRUITING DAY E WORKSHOP "COMPETENZE PER IL LAVORO 2020"

Aggiungi intelligenza agli impianti che sfruttano energie rinnovabili grazie agli SMART Product.

Smart Products
 
Torna ad inizio pagina